Missione Rumore - Associazione italiana per la difesa dal rumore

Vicini rumorosi

Disturbo musica techno

Segnalazione:
Durante il pomeriggio il vicino di casa al piano di sopra mette la musica techno a tutto volume ed avendo una bambina piccola che di pomeriggio dovrebbe riposare questo risulta molto fastidioso. Ho segnalato la cosa all’amministratrice più volte ma il vicino a ripicca alza sempre più il volume. Come posso fare? A chi posso sporgere denuncia eventualmente?
R.B. – Torino

Risposta:
12 dicembre 2017

Preg.mo Sig. R.B. buongiorno.
Le confermo che il coinvolgimento dell’Amministratore è assolutamente corretto sotto il profilo procedurale. Le suggerisco tuttavia di trasmettere la segnalazione all’Amministratore a mezzo raccomandata o e-mail certificata (messaggio da indirizzo di posta certificata a indirizzo di posta certificata).

A mio avviso, esistono poi due possibili alternative per affrontare la problematica da Lei esposta.
La prima possibilità consiste nel recarsi di persona presso il Comando della Polizia Municipale di Torino, sito in Via Bologna 74, ed esporre il problema o in extremis presentare una denuncia presso lo stesso Comando. Al verificarsi nuovamente dell’azione di disturbo da parte del Suo vicino, potrà richiedere l’intervento di una pattuglia, contattando la Centrale Operativa ai numeri 011 011 1 e 011 011 011 e segnalando il protocollo della eventuale denuncia presentata.

La seconda possibilità prevede di incaricare un Tecnico Competente in Acustica di eseguire rilievi strumentali dei livelli sonori, accompagnati da riprese audio-video, finalizzati ad accertare la condizione dei luoghi. Un consulente difensore potrà poi impiegare tale accertamento tecnico a fondamento delle argomentazioni in un eventuale ricorso ex art. 697 c.p.c. (inaudita altera parte), avente carattere sicuramente di eccezionale urgenza, ma in primis costituendo di fatto l’attività del suo vicino rumoroso un pericolo per la salute della piccola.

Le consiglio in ogni caso di far presenziare al disturbo alcune persone terze (non appartenenti al nucleo familiare) in grado di poter eventualmente testimoniare i fatti da Lei denunciati.

Cordiali saluti,
dott. ing. Guido Berra

Rumori di avventori e calciobalilla da bar

Segnalazione: Rumori dovuti a calciobalilla e urla di avventori…nonche’ cattivo funzionamento dei serramenti esterni.

M.P. (FG)

26.10.2017

Risposta:

Nel Suo caso trattandosi di attività lavorativa o commerciale, Lei potrebbe rivolgersi al Comune per avere le misurazioni fonometriche effettuate da A.R.P.A. in casa Sua. Ma, per vari motivi, questo tipo di intervento troppo spesso non risolve il problema. Le suggeriamo di rivolgersi al Tribunale e, per far questo, prima far effettuare misure fonometriche da un tecnico di sua fiducia. che dovrà lei stesso incaricare.
Però, siccome si tratta di rumore prodotto  dal vociare dei clienti  del bar, è prevedibile che quando vi sarà il sopralluogo del perito mandato dal Giudice – necessariamente nel contraddittorio tra le parti – il rumore cessi perché i clienti sono avvisati. Le occorrerà superare questa difficoltà preventivamente con delle misure di parte,   fonometriche, del Suo consulente tecnico e con testimoni.

Cordiali saluti

ing. S. Scaramuzzi

Rumori molesti da vicini

Segnalazione: Io abito a piano terra e sopra casa di mia proprietà, ci sono dei coinquilini che fanno rumori molesti a orari non consentiti dalla LEGGE dalle 14 circa fino alle 15:30 e la sera dalle 23 in poi anche fino all 1:00 di notte; schiamazzi mobili e sedie trascinate, bimbi che corrono tacchi di donna e questi rumori rimbombano a ondate dentro casa mia . …insomma non si può vivere.

P.D. Lecce

Risposta 20.102017

Gent. le sig. P.D.  in merito alla sua segnalazione è possibile constatare che  riguarda la materia del disturbo da rumore, regolamentata dall’art. 844 del Codice Civile.
La giurisprudenza  in materia di disturbo da rumore afferma che un’immissione di rumore non sia da considerarsi tollerabile se supera i 3 dB sul rumore di fondo.

Al fine di verificare l’esistenza di tale condizione Le suggeriamo di rivolgersi ad un consulente tecnico esperto in materia di acustica che sia abilitato ad effettuare misurazioni fonometriche al momento che si manifesta il rumore, da lei lamentato.
Il tecnico sarà in grado di confermare o meno il superamento della condizione di normale tollerabilità, e in caso  positivo, Le suggeriamo in prima istanza di contattare i vicini ,del piano superiore, informandoli su quanto accertato e cercare un possibile accordo.

Qualora non si trovasse una soluzione stragiudiziale, non potrà fare altro che rivolgersi ad un legale per un’eventuale mediazione e successivamente, in caso di esito negativo, l’azionamento di un procedimento civile di accertamento tecnico preventivo, segnatamente in riferimento all’art. 844 del Codice Civile.
Cordiali saluti,

ing. S.Scaramuzzi

Press

Vai alla pagina Contatti del sito
Desiderate avere maggiori informazioni sulle nostre attività, organizzare un incontro, richiedere la nostra partecipazione ad una trasmissione televisiva o radiofonica? Contattateci tramite il modulo riservato alla stampa! Vai alla pagina Contatti »

Donazioni
Contribuisci all'attività di Missione Rumore con una donazione di importo libero
Statistiche
  • 119411Totale letture:
  • 69044Totale visitatori:
  • 6 dicembre 2013Da: