Missione Rumore - Associazione italiana per la difesa dal rumore

Requisiti acustici degli edifici

Rumore da sollevamento pavimento

Segnalazione
Caso A
Vorrei avere un parere: il mio vicino di casa al piano sotto ha effettuato dei lavori di ristrutturazione dei locali con sostituzione del vecchio riscaldamento con uno a pavimento e cambiando i serramenti. Alzando anche così il pavimento stesso … da allora però la situazione è insostenibile. …il rumore delle corse dei bambini e delle urla è fortissimo …sì sentono proprio anche le frasi che si scambiano fra loro. Secondo voi è normale?
C.P. – Bergamo
Caso B
Rumori riguardanti abitazione posta sopra la mia, rumori di calpestio strascinamento di sedie e tavoli e rullio di poltrone grida oltre la mezzanotte, ripetuti e continui, particolarmente fastidiosi dopo che i proprietari dell’abitazione in oggetto hanno cambiato l’allocazione della cucina che ora trovasi sopra la mia camera da letto e rende il sonno impossibile. Vorrei dei consigli per intraprendere un azione legale nei loro confronti, attualmente mi difendo alzando oltre il limite il volume del televisore anche per fare rendere conto a questi soggetti abitanti di sopra del fastidio causato, ma niente da fare continuano! Potete darmi dei suggerimenti?

Risposta dei nostri esperti
Settembre 2015
Gentili signori,
la normativa dell’isolamento acustico per le nuove costruzioni e per le “ristrutturazioni”, come sono intese nel T.U. dell’Edilizia, è il D.P.C.M. 05/12/1997 “Determinazione dei requisiti acustici degli edifici”.
Tuttavia, spesso, la lamentela per il rumore del vicino è causata da lavori che erroneamente vengono chiamati “ristrutturazione” e che invece, ai sensi del T.U. dell’Edilizia, sono soltanto “manutenzione straordinaria”, come ad esempio:
– nel caso della realizzazione della nuova cucina o del nuovo bagno WC al piano di sopra, sovrastante una camera da letto
– oppure nel caso del rifacimento della pavimentazione dell’appartamento senza interporre il “pavimento galleggiante” che isola verso il piano di sotto il rumore del camminare (soprattutto di scarpe con tacchi), del trascinare di sedie, del giocare dei bambini sul pavimento, dei colpi di scopa o aspirapolvere contro le gambe dei tavoli, ecc. .
In questi casi suggeriamo di intraprendere azione giudiziaria contro il vicino rumoroso per l’intollerabilità delle immissioni di rumore (art. 844 codice civile), senza impugnare la non conformità ai requisiti acustici del citato D.P.C.M. 05/12/1997.
Altro caso, ben diverso, è se l’abitazione “rumorosa” sia stata effettivamente ristrutturata o, a maggior ragione, sia una nuova costruzione (realizzata dopo il febbraio 1998) per la quale si applica il D.P.C.M. 05/12/1997.
Cordiali saluti
Campolongo e Campagnoli

Rumore “che rimbomba!”

Segnalazione
Avrei bisogno di alcuni consigli per quanto riguarda la mia abitazione acquistata da circa tre anni.
Premetto che l’ho acquistata su carta e come spesso accade alcuni problemi si manifestano dopo.
Ho il riscaldamento a pavimento ed in tutta la casa é posato il grès porcellanato. Il problema é la rumorosità del pavimento, diciamo che rimbomba!
Volevo sapere come poter risolvere il problema!
Milano

Risposta dei nostri esperti
4 dicembre 2014
Gentile signore,
malgrado la nostra pluridecennale esperienza nel disturbo da rumore non riusciamo a capire cosa Lei intenda per “rumorosità del pavimento, diciamo che rimbomba!”.
Non siamo in grado di rispondere perché la descrizione del tipo di rumore è troppo generica (non è precisato in quali locali, in quali orari, con quale qualità del suono, ecc.). Ciò non ci consente di capire se il rumore dipende dall’impianto di riscaldamento o da altro.
Cordiali saluti
Campagnoli e Campolongo

Rumore da autoclave

Segnalazione
Sono arrivata al limite della tollerabilità e sopportazione per la presa in giro dell’idraulico e amministratore condominiale, dicono che non sanno più cosa fare ….per diminuire il rumore causato dall’autoclave e dal colpo di frusta dal locale sottostante alla mia stanza da letto.
Ho avvisato l’ufficio tecnico del comune, contattato l’ARPA , ma tutti mi hanno risposto che non sono tenuti. Con i tempi che corrono farsi rispettare da un avvocato diventa dura …
Esiste qualche altra opportunità ?
Ringrazio se potete darmi qualche suggerimento.
Provincia Reggio Emilia

Risposta dei nostri esperti
4 dicembre 2014
Gentile signora R.M.,
ci spiace doverLe confermare quanto Le è già stato detto da Comune e A.R.P.A., che il limite massimo prescritto dalla regolamentazione amministrativa non si applica “alla rumorosità prodotta da servizi e impianti fissi dell’edificio adibiti ad uso comune”: proprio come nel suo caso dell’autoclave condominiale.
Perciò non Le rimane che intraprendere azione giudiziaria, purtroppo, con le spese del suo consulente tecnico (che dovrà fornire la documentazione tecnica dell’esistenza del rumore), del suo avvocato e del C.T.U. (Consulente Tecnico d’Ufficio, cioè incaricato dal Giudice per accertare l’esistenza dell’immissione di rumore).
Per avere altre informazioni in questa materia tecnico-legale le suggeriamo il libro di Giorgio Campolongo “Il rumore del vicinato nelle controversie giudiziarie” editore Maggioli, seconda edizione, 360 pagine.
Cordiali saluti
Campagnoli e Campolongo

Press

Vai alla pagina Contatti del sito
Desiderate avere maggiori informazioni sulle nostre attività, organizzare un incontro, richiedere la nostra partecipazione ad una trasmissione televisiva o radiofonica? Contattateci tramite il modulo riservato alla stampa! Vai alla pagina Contatti »

Statistiche
  • 102322Totale letture:
  • 58452Totale visitatori:
  • 6 dicembre 2013Da: