Missione Rumore - Associazione italiana per la difesa dal rumore

Campane

Campane

Segnalazione:
A Trivero (BI) abbiamo le campane che suonano le ore ogni quarto d’ora! Compresa la notte! In 24 ore i rintocchi sono 772. Ho scritto una lettera al Prevosto e una al Sindaco. Nessuna risposta. Come fare per riottenere la pace?
M.P. – Biella

Risposta:
13 luglio 2017

Preg.mo Sig. M.P. buongiorno.
Mi scuso se rispondo solo ora ma le verifiche che si sono rese necessarie hanno richiesto un po’ di tempo.
Ha sicuramente agito nella maniera opportuna contattando sia il Prevosto che il Sindaco. Le confermiamo infatti che dalla lettura delle principali sentenze della Cassazione in materia emerge come sia riconosciuta la distinzione tra suono delle campane al di fuori delle esigenze liturgiche e uso delle campane collegato con la liturgia, e come la regolamentazione del suono delle campane ad uso liturgico sia di esclusiva competenza dell’autorità ecclesiastica e non possa essere soggetta alle norme amministrative, né disciplinata dai regolamenti comunali, mentre l’impiego delle campane a carattere non liturgico sia soggetto al rispetto delle norme amministrative (DPCM 14/11/97) e si possa chiedere l’intervento di una pubblica autorità di controllo.
Tuttavia nel Suo caso, visto che in ambito amministrativo non ha ricevuto alcun riscontro, le suggeriamo di fare riferimento alla materia civilistica del disturbo da rumore, regolamentata dall’art. 844 del Codice Civile, al fine di intraprendere eventualmente un’azione giudiziaria.
Il suono delle campane, in materia civilistica di disturbo da rumore, non differisce da qualsiasi altra sorgente sonora.
In particolare, il suono delle campane è sicuramente in grado di interferire con il sonno determinando una situazione di sofferenza acustica. Il disturbo si concretizza in bruschi risvegli dovuti all’impulsività dei picchi di rumore tipici del suono delle campane, determinando una vera e propria interferenza con il ciclo circadiano, ovverosia quell’orologio biologico che regola i ritmi della veglia e del sonno.

La giurisprudenza costante in materia di disturbo da rumore afferma che un’immissione di rumore non sia da considerarsi tollerabile se supera i 3 dB sul rumore di fondo, avuto segnatamente riguardo ai valori istantanei (impiegando i livelli percentili come parametri descrittori sia per il livello del fondo che per il livello intrusivo).
Al fine di verificare l’esistenza di tale condizione, Le suggeriamo di rivolgersi ad un consulente tecnico esperto in materia di acustica che sia abilitato ad effettuare misurazioni sul posto in concomitanza con il presentarsi del problema. Da tali misurazioni, il consulente potrà individuare i parametri descrittori idonei al fine di rappresentare il rumore (intrusivo) determinato dal suono delle campane.
Dalla valutazione dei risultati forniti dai parametri descrittori scelti, il tecnico sarà in grado di confermare o meno il superamento della condizione di normale tollerabilità.

Qualora non si trovasse una soluzione stragiudiziale, non potrà fare altro che rivolgersi ad un legale per un’eventuale mediazione e successivamente, in caso di esito negativo, l’azionamento di un procedimento civile di accertamento tecnico preventivo o causa di merito, segnatamente in riferimento all’art. 844 del Codice Civile.

Cordiali saluti,
dott. ing. Guido Berra

Press

Vai alla pagina Contatti del sito
Desiderate avere maggiori informazioni sulle nostre attività, organizzare un incontro, richiedere la nostra partecipazione ad una trasmissione televisiva o radiofonica? Contattateci tramite il modulo riservato alla stampa! Vai alla pagina Contatti »

Donazioni
Contribuisci all'attività di Missione Rumore con una donazione di importo libero
Statistiche
  • 111253Totale letture:
  • 64220Totale visitatori:
  • 6 dicembre 2013Da: